Nozione di pertinenza ai fini tributari ed applicazione del prezzo valore

Con la risoluzione n.149/E  del 2008 l’Agenzia delle Entrate affronta il problema dell’applicazione del cosiddetto prezzo valore ai terreni di pertinenza di un’abitazione.

Il principio del”prezzo valore” consente di versare le imposte di registro, ipotecaria e catastale  relative agli atti immobiliari prendendo a base imponibile il valore catastale dell’immobile e delle relative pertinenze in luogo del prezzo effettivo che va comunque dichiarato.

Questo importante principio consente a colui che acquista un immobile a destinazione abitativa e relative pertinenze , di poter dichiarare il prezzo effettivo versato al venditore.

Ciò consente non solo la piena tracciabilità dei pagamenti effettuati ma soprattutto di versare le imposte sul valore catastale dell’immobile rivalutato per un coefficente che varia a seconda della circostanza che sia possibile richiedere le agevolazioni per la prima casa o meno.

E’ importante sottolineare che questa possibilità non è consentita per vari tipologie di immobili:

negozi, uffici ;

inoltre per gli immobili la cui cessione è assoggettata ad Iva  l’imposta verrà calcolata sul prezzo dichiarato e pertanto nemmeno in tale caso verrà preso a base il valore catastale come sopra determinato.

Mentre è possibile per le pertinenze: box, cantine, tettoie qualunque sia il loro numero.

Con tale risoluzione si è chiarito che tale prezzo valore si può applicare anche ai terreni pertinenziali

Leggi la risoluzione