APPLICABILITA’ DELLE AGEVOLAZIONI PRIMA CASA NEL CASO DI PREPOSSIDENZA DI IMMOBILE ACQUISTATO PRIMA DEL 1982

L’Agenzia delle Entrate con la risposta n.123 ad interpello , ha chiarito un interessante caso .

La domanda di interpello riguardava un contribuente che era proprietario di un immobile acquistato nel 1971 e pertanto in assenza di agevolazioni per la prima casa.

Alla morte del padre aveva ereditato un immobile per il quale in sede di dichiarazione di successione voleva richiedere le agevolazioni per la prima casa ( imposta ipotecaria e catastale fissa).

Questo pur essendo proprietario di un immobile nello stesso comune di quello ereditato , obbligandosi a trasferirlo entro un anno , avvalendosi di tale possibilità concessa dalle norme per le agevolazioni per la prima casa di cui al d.p.r. n.131/1986 richiamate in materia di donazioni e successioni.

Senonchè la norma agevolativa richiede che l’impegno ad alienare entro un anno riguardi un immobile acquistato con le suddette agevolazioni , mentre così non è nel nostro caso.

Ciò in quanto era stato acquistato nel 1971 , e perciò prima dell’entrata in vigore della norma in materia di agevolazioni prima casa nel 1982

L’Agenzia delle Entrate da il via libera alle agevolazioni in materia di donazioni e successioni anche in questo caso e così implicitamente anche in materia di imposta di registro.

 

leggi la risposta